Avete mai visto “Maleficent” della Disney? Beh, se non lo avete ancora fatto vi conviene rimediare velocemente. È praticamente la fiaba de “La bella addormentata” narrata dal punto di vista della cattiva di turno, cioè della strega che non è stata invitata alla festa per la nascita della principessa Aurora e che per la rabbia provocata dall’esclusione, si vendicherà pesantemente su di lei con un incantesimo mortifero che colpirà la bimba al compiersi dei suoi sedici anni.

Trasformarsi da streghe a fate madrine è possibile

Ho appena ascoltato questa lettura meravigliosa del film fatta da Maura Gancitano, filosofa e autrice che prende spunto dal personaggio della strega (tra l’altro interpretato magistralmente da Angelina Jolie) per riflettere sul rapporto con il male fatto e subito, sulla rabbia che si trasmette di generazione in generazione e sul potere degli archetipi femminile e maschile che possono liberarci dalle catene costituite dai vecchi rancori, dai torti subiti e dai ruoli obsoleti. Per diventare streghe o stregoni autentici. O per trasformarsi da streghe a fate madrine.