Chi sono

Sono una ricercatrice indipendente. Fin dall’adolescenza sono attratta dalla ricerca interiore e da tutte le pratiche che aiutano ad approfondire il rapporto con se stessi, gli altri e il mondo. Appassionata di filosofia antica, mi interesso da tempo di spiritualità orientale e occidentale, psicologie del profondo e pratiche filosofiche.

Come uno scultore che raschia, toglie, leviga, pulisce il suo blocco di marmo affinché emerga la forma del volto al suo interno (cit. Plotino), mi esercito a diventare ogni giorno un po’ più forte, saggia e consapevole. Non è sempre facile. Adeguo il mio stile di vita ai valori nei quali mi riconosco, così evito gli acquisti che mi paiono inutili, riduco gli sprechi e cerco di alimentarmi in modo sano. Mi piacciono le belle storie e vado matta per le buone serie tv. Adoro leggere, andare in bicicletta – in pianura e su strade asfaltate – e cantare da sola o in compagnia. Senza le mie amiche sarei persa.

Con questo blog metto insieme i miei interessi:

– la ricerca spirituale

– gli stili di vita sostenibili

“Tutto è bello” è una cassetta degli attrezzi di pratiche quotidiane per sviluppare la consapevolezza: troverete i miei flussi di coscienza, ma anche delle riflessioni su temi di attualità e pratiche per pesare meno sul Pianeta, valorizzando al meglio le sue risorse e le nostre, soprattutto quelle interiori.

Alla base di “Tutto è bello” c’è il sentimento della meraviglia: documento la bellezza che vedo intorno a me, ma anche quella che mi sta dentro. Penso, come il monaco vietnamita Thich Nath Hanh che “il nostro appuntamento con la vita sia nel “qui e ora” e in questo “adesso” colgo ciò che vale la pena approfondire e condividere. Ho chiamato questo blog “Tutto è bello” che è la citazione contenuta ne “La meglio gioventù” di Marco Tullio Giordana, un film uscito nel 2003 e che mi piacque molto. Dire che tutto è bello, tuttavia, non significa che non sia capace di vedere l’altro lato della medaglia, e cioè tutto il dramma, il dolore e l’ingiustizia di cui è costellata la vita. Sono in contatto con quello che mi spaventa, che mi incute timore, che mi rende triste, pensierosa e nostalgica. Riesco a contemplare tutto perché, come diceva qualcuno, sono umana e contengo moltitudini.

Il blog è uno spazio per la riflessione, per le interviste a persone che considero “buoni esempi”, per le esperienze virtuose e per le sperimentazioni che mi rendono più centrata e consapevole. Lato oscuro permettendo.

Credo che ognuno di noi possa fare il suo pezzettino, aggiungendo qualità alla sua vita e a quella di chi gli sta intorno. Io voglio documentare la mia parte.

C’è chi organizza o partecipa a seminari di meditazione, chi apre una scuola filosofica, chi conduce ipnosi collettive per migliorare la relazione di coppia, chi sceglie di non usare più l’automobile per gli spostamenti in città, chi di diventare vegano, altri si autoproducono frutta e verdura, limitando gli acquisti nei grandi supermercati. C’è chi contribuisce a promuovere la parità di genere e a superare le discriminazioni quotidiane nei confronti delle minoranze. Chi ha aperto un centro culturale, una libreria di quartiere o un canale YouTube col tentativo di approfondire i temi che gli sono cari. Io, nel mio piccolo, tengo vivo questo blog e due volte all’anno organizzo uno Swap Party con le amiche per rinnovare il guardaroba a costo zero, evitando lo shopping inutile.